Per chi fosse appena uscito da una grotta e non conoscesse il M.A.M.E. vi posto un piccolo estratto da wikipedia:

MAME[1] (Acronimo di Multiple Arcade Machine Emulator) è un software sviluppato inizialmente per MS-DOS e in seguito per quasi tutte le macchine e sistemi operativi in circolazione, in grado di emulare varie piattaforme di gioco arcade. Lo scopo di tale emulazione è quello di documentare il funzionamento dei coin-op, preservare la storia dei videogame e di prevenire la sparizione di vecchie rarità una volta che le macchine originali abbiano cessato di funzionare per motivi di obsolescenza.

spinmastIl primo autore del progetto è stato Nicola Salmoria, che ha iniziato a lavorare all’emulatore il 24 dicembre 1996. Salmoria aveva avuto l’idea di unire più emulatori trovati in rete (tra i quali un primitivo emulatore di Pac Man) in un unico programma in grado di eseguire più giochi. La prima versione, la 0.1, è stata rilasciata il 5 febbraio 1997; funzionante in ambiente MS-DOS da riga di comando, questa versione è in grado di eseguire cinque titoli. In breve tempo il progetto ha cominciato ad attirare l’attenzione di altri sviluppatori, che hanno iniziato a collaborare inserendo nuovi driver per il funzionamento dei videogiochi, grazie ad una peculiare architettura del codice sorgente.

Nel 1997 è cominciato lo sviluppo parallelo di MAME32, una versione adattata all’ambiente Windows a 32 bit con l’aggiunta di una GUI (interfaccia grafica) che ne facilita notevolmente l’utilizzo, soprattutto per chi non conosce i comandi DOS.

Nel 1998 la versione 0.34 raggiunge la quota dei 1000 titoli supportati. Dal 2001 la versione ufficiale del MAME non viene più sviluppata sotto DOS ma sotto Microsoft Windows, sempre senza interfaccia grafica, come programma a riga di comando. L’ultima versione stabile di MAME è la 0.173, rilasciata il 27 aprile 2016: sono supportati oltre 10.000 titoli, 32.000 contando anche i vari cloni.

Dal 26 aprile 2012 il progetto è coordinato da Miodrag Milanovic, già coordinatore del progetto parallelo del MESS.[2]

xmen1MAME è composto da varie parti in grado di emulare completamente le architetture tipiche delle macchine arcade che ad esempio si trovavano nei bar e nelle sale giochi. In pratica MAME ricostruisce via software tutte quelle circuiterie interne che permettono di gestire gli input dei joystick, la gestione del monitor e dei riproduttori di suoni. L’unica cosa che manca è la parte software delle macchine, cioè le ROM originali dei giochi, che per motivi di copyright non possono essere distribuite legalmente.

Fanno eccezione, al momento, alcuni titoli per i quali è stato concesso espressamente il permesso di distribuzione da parte dei detentori del copyright: in particolare Gridlee della Videa, Robby Roto di Bally/Midway, Alien Arena di Duncan Brown e una serie di 11 giochi prodotti da Exidy, per i quali il produttore ha concesso la libera distribuzione per scopi non commerciali. Anche la Gaelco ha “liberato” il suo World Rally.[3]

Da un punto di vista logico MAME può essere diviso in 3 livelli:

  • Il primo livello si occupa dell’emulazione dell’hardware vero e proprio.
  • Il secondo livello contiene tutte le funzioni generali e i moduli che fanno da collante tra il primo e il terzo livello.
  • Il terzo livello è quello che “presenta” l’emulatore all’utente. È composto dall’interfaccia grafica (se presente) e da tutte quelle opzioni che permettono di avviare e pilotare l’emulatore.

I primi due livelli sono scritti in C in modo d’avere maggior velocità e portabilità. Nessuna libreria esterna è richiesta e questo codice è compilabile per qualunque piattaforma da un compilatore standard, praticamente senza modifica alcuna. Il terzo livello è definito OSD (Operating System Dependent) e contiene tutto quel codice specifico per le varie piattaforme. Tutte le varie chiamate di sistema di Windows o di Linux si trovano in questo livello permettendo una facile migrazione del codice da una piattaforma all’altra modificando solo questo livello.

MAME-Fan-ArtIn quasi tutti i giochi arcade i dati (software, grafica, audio, ecc.) sono memorizzati in chip di memoria di sola lettura (Read Only Memory, ROM) sebbene in alcuni casi siano utilizzati anche floppy disk, CD-ROM o cassette. I dati contenuti in questi supporti vengono letti e riscritti in file contenenti l’esatta copia del chip da cui provengono attraverso un processo chiamato dumping. Tali file (indipendentemente dal supporto dal quale provengono) vengono chiamati ROM. Solitamente un gioco è composto da più ROM (alcune per l’audio, alcune per la grafica, ecc.). L’insieme di tutte le ROM di un gioco prende il nome di ROM Set.

Il MAME gestisce i ROM Set in 2 modi: file CHD (Compressed Hunks of Data) che contengono le immagini compresse di hard disk o compact disc oppure file ZIP contenenti tutte le ROM.


E PROPRIO DI ROM PARLIAMO IN QUESTO POST DOVE HO INSERITO LE MIE 50 PREFERITE DI TUTTI I TEMPI. QUELLE ROMS CHE NON DOVREBBERO ASOSLUTAMENTE MANCARE IN NESSUN PROGETTO BASATO SUL MAME. PER OGNI ROM TROVATE IL LINK OVE E’ POSSIBILE REPERIRLA. UNA VOLTA SCARICATI I FILE .ZIP VANNO INSERITI NELLA CARTELLA “ROMS” ALL’INTERNO DELLA DIRECTORY OVE E’ INSTALLATO IL MAME, SENZA DECOMPRIMERLE IN QUANTO SARA’ LO STESSO PROGRAMMA A PROVVEDERE ALLA DECODIFICA E CARICAMENTO NELL’EMULATORE.

cascade

01) PACMAN
02) DRAGON NINJA
03) R-TYPE
04) FINAL FIGHT
05) CRUDE BUSTER
06) GHOST’N’GOBLINS
07) GALAGA
08) SNOW BROS
09) SHINOBI
10) 1943 KAI
11) HYPER SPORT
12) TOKI
13) GOLDEN AXE
14) WONDERBOY
15) DIG DUG
16) MARIO BROS
17) 3 WONDERS
18) BUBBLE BOBBLE
19) PHOENIX
20) CABAL
21) TRACK & FIELD
22) WORLD RALLY
23) OUT RUN
24) SPACE INVADERS
25) DONKEY KONG
26) TETRIS
27) RAYDEN
28) FROGGER
29) GREEN BERET
30) SUNSET RIDERS
31) GALS PANIC
32) 1000 MIGLIA
33) ALTERED BEAST
34) ROBOCOP
35) BLACK TIGER
36) GUN SMOKE
37) PSYCHIC 5
38) BANK PANIC
39) CADILLAC & DINOSAURS
40) QIX
41) BURGER TIME
42) PANG!
43) Q-BERT
44) BOMB JACK
45) KUNG-FU MASTER
46) RAINBOW ISLANDS
47) ARKANOID
48) WILLOW
49) WONDERBOY IN MONSTER LAND
50) SUPER SIDEKICKS

Appassionato di Tecnologia si occupa di computer ed internet da più di 30 anni iniziando ad esplorare la rete dagli albori dei collegamenti in Italia. Videogiocatore da sempre, tramite diversi pseudonimi ha gestito blog, forum e siti web tematici e contribuito alla creazione di social network incentrati su videogames e tecnologia in genere. Collabora con alcune testate giornalistiche online su tematiche di sicurezza informatica, sviluppo web e creazione di applicazioni desktop e mobili sia per il gaming che per la gestione aziendale.

Commenti Dal Blog

  1. Angelo
    Rispondi

    Ciao Andyllon grazie per il tuo articolo,
    Mi chiamo Angelo sono del 1973 e come molti ho lasciato un pezzo di cuore sulle macchinette dei bar
    diciamo che io sono uno di quei trogloditi che sta uscendo dalla grotta, oggi gioco su One ho recuperato dalla sua libreria ghostgoblin e ye ar kung fu (che erano della 360)
    ma non ti nego che la nostalgia è tatnta e vorrei riprendere questi e altri titoli anche su pc…volevo chiederti una cosa ma c’e’ il modo di memorizzare diciamo i ceck point su questi giochi? ad esempio gioco su ghost goblin non posso finirlo in un giorno posso memorizzare la posizione e riprenderlo in seguito?
    inoltre c’e’ una modalità di classifica on line ?
    grazie per la risposta ..

    • andyllon
      Rispondi

      Ciao, angelo grazie per il tuo messaggio e scusa se tardo nella risposta ma sono stato molto impegnato in altro e ho tralasciato questo blog. Chiedo venia.
      Venendo alla tua domanda la risposta è assolutamente affermativa, il mame nelle sue ultime incarnazioni permette di salvare lo stato dei giochi, anche se non tutti i titoli supportano questa possibilità, e riprenderlo in seguito. Nel caso il gioco scelto supporti il salvataggio degli “states” devi premere la combinazione di tasti i tatsi ‘shift’ e ‘F7’, e poi premere un numero da 1 a 6 in base allo slot che vuoi utilizzare. Questo salverà la partita in una posizione specifica. Ovviamente per ogni gioco puoi anche salvare più di uno “stato” (partita) usando un numero diverso. Successivamente per caricare la partita dovrai premere il tasto funzione ‘F7’ ed il numero utilizzato per il salvataggio.
      Spero di aver risposto al tuo questio, in caso hai altre domande o dubbi chiedi pure, vedrò di non far passare un mese prima della risposta 😀

Inserisci Commento