Tratto da Wikipedia:

Kodi Entertaiment Center o più semplicemente Kodi, precedentemente chiamato Xbox Media Center (abbreviato con XBMC) è un programma open source per la gestione di un completo media center o Home theater PC nato per la console Xbox ed oggi disponibile per Mac OS X, Windows, Linux, Apple TV, Raspberry Pi e Android.

Kodi è il successore dell’Xbox Media Player (XBMP) con un’interfaccia grafica ed un core rinnovati dagli stessi sviluppatori dell’XBMP. Kodi è stato pubblicamente annunciato nell’ottobre 2003.

Kodi è disponibile anche come sistema operativo multimediale autonomo, basato su Linux (nella fattispecie, Lubuntu) e chiamato XBMCbuntu.

La versione 13.2, uscita il 17 agosto 2014, sarà l’ultima ad avere il vecchio nome di Xbox Media Center; il 1º agosto sul sito ufficiale è stato annunciato che con la versione 14 debutterà il nuovo nome Kodi.[1]

Kodi riproduce tutti i file multimediali direttamente dai CD/DVD inseriti nel lettore DVD incluso, dall’Hard-Disk, oppure attraverso la lettura di una cartella o di una partizione di Windows condivisa attraverso il sistema Samba (SMB), o via iTunes attraverso il protocollo di trasmissione DAAP.

Kodi utilizza la porta ethernet e l’eventuale accesso ad Internet; se Kodi rileva il collegamento a Internet, diventa possibile richiedere al database IMDb copertine e recensioni di film, al database CDDB i titoli delle tracce di CD audio, la riproduzione di video in streaming e l’ascolto di qualsiasi radio online.

Kodi può gestire elenchi di tracce, ha funzioni di galleria d’immagini, previsioni del tempo, e dispone di numerosi effetti grafici coordinati ai file audio.

Kodi supporta come plug-in gli script Python, in modo che gli utenti possano aggiungere funzionalità. Gli script più utilizzati sono: guide TV, previsioni del tempo, orari ferroviari, script per controllare software e hardware PVR (MediaPortal, MythRV, TiVo, Reeplay), browser di stazioni di radio online (ad esempio SHOUTcast), browser di internet TV, client di email, programmi di file sharing P2P (BitTorrent, IRC) e altri.

Su tutte le piattaforme diverse dalla Xbox, Kodi opera quale applicazione, eventualmente lanciata all’avvio della macchina o successivamente. Se eseguito su una Xbox, Kodi richiede un modchip o un exploit software per funzionare, dato che non è un prodotto autorizzato da Microsoft. Kodi può essere utilizzato come un’applicazione o come dashboard, in maniera che appaia quando l’Xbox viene accesa.

Su Xbox, Kodi include anche un’alternativa al servizio di gioco online denominato Xbox Live, la XLink KAI, che permette di giocare online con i giochi Xbox abilitati. Questa funzionalità è stata però rimossa dalla revisione 14099 ([1]) per problemi di compatibilità.

 

Per prima cosa, scaricare la versione appropriata per la piattaforma in uso. L’installazione per Windows non presenta, al momento, alcun software promozionale e si riduce ad una serie di rapidi click su Avanti. A setup ultimato, avviate il programma tramite il collegamento creato sotto Start e vi troverete davanti alla schermata principale del software

Guida rapida Kodi (XBMC) - PC come "media center" salotto - kodi_01_firstboot

Le sezioni principali riportate nella barra sono IMMAGINI, VIDEO, MUSICA, ma scorrendo verso destra ne troviamo altre. Spostando il cursore del mouse su un elemento appare un secondo livello di comandi contestuali subito sotto.

Kodi in italiano

In caso l’interfaccia non fosse già in italiano, possiamo passare alla nostra lingua spostandoci su SYSTEM (estremità destra della barra), quindi seguire Settings -> Appearance -> Language -> International -> Italian.

Guida rapida Kodi (XBMC) - PC come "media center" salotto

Occhio alla “Casetta”!

Mentre sfogliate le impostazioni del programma, notate l’icona “casetta” in basso a destra: è preziosa, perché consente di tornare immediatamente all’inizio in caso ci si perdesse nelle tante schermate e sotto-schermate! soprattutto fino a quando non si ha acquisito una buona padronanza con Kodi, vi ritroverete a premerla parecchio, quindi… tenetela d’occhio.

Aggiungere i film alla raccolta

Una volta tornati alla schermata iniziale, dobbiamo indicare a Kodi i dischi e le cartelle nelle quali conserviamo i film. Spostare il mouse sulla sezione VIDEO della barra e cliccare File. Dalla schermata successiva, cliccare di nuovo File, poi Aggiungi Video... ed Esplora. Da qui, sfogliare le cartelle sino a trovare il percorso desiderato e confermare ripetutamente

Guida rapida Kodi (XBMC) - PC come "media center" salotto - kodi_03_video_fileadd

Subito dopo aver cliccato l’ultimo OK, vi troverete davanti alla schermata dalla quale selezionare il tipo di contenuto presente nella cartella appena aggiunta. Usate le frecce su/giù in alto a sinistra per indicare al programma che la vostra raccolta contiene (Film).

Guida rapida Kodi (XBMC) - PC come "media center" salotto - kodi_04_video_scraper

Così facendo, il software recupererà in automatico le informazioni relative direttamente da Internet, mostrandole poi in tutto il loro splendore. Le opzioni presente nella sezione inferiore della finestra sono abbastanza esplicative. In condizioni “normali”, però, non dovrebbe essere necessario attivare altro se non Scansione ricorsiva (di modo da includere anche le eventuali sotto-directory presenti nel percorso indicato).

In caso conservaste film anche in altre cartelle separate dalla prima, ripetete l’operazione per ogni ulteriore percorso che volete aggiungere al catalogo.

Sfogliare la videoteca con Kodi

Dopo aver aggiunto le directory con i film al catalogo di Kodi, tornate alla schermata iniziale e spostate il cursore sulla nuova categoria FILM comparsa nella barra. Noterete una serie di “card” in alto con le locandine di alcune pellicole presenti nella raccolta.

Guida rapida Kodi (XBMC) - PC come "media center" salotto - kodi_05_filmrecenti

Un singolo click avvia la riproduzione, ma vi suggerisco prima di passare ad una delle sotto-sezioni Aggiunti di recente, Titolo oppure Generi eccetera per dare un’occhiata al resto del catalogo. Spostando il cursore su uno dei titoli indicizzati noterete come la grafica si modifichi per rispecchiare il tema del film (questa funzione mi è piaciuta talmente tanto che ho perso più di un’ora solo a sfogliare la galleria!)

Guida rapida Kodi (XBMC) - PC come "media center" salotto

Facendo click con il pulsante destro del mouse su un elemento della lista si aprirà un menu contestuale con svariate opzioni, la più utile delle quali è indubbiamente Informazioni film: dal pannello a scomparsa, è possibile leggere la trama, visualizzare info sul cast e via dicendo

Guida rapida Kodi (XBMC) - PC come "media center" salotto - kodi_07_ironman_info

Riprodurre un film

Ok, è ora di smettere di giocare con Kodi e guardare uno dei film della videoteca. Per avviare la riproduzione basta un click sul titolo desiderato. In seguito, ogni spostamento del mouse farà comparire per qualche istante l’interfaccia Play/Pausa/Stop.

Guida rapida Kodi (XBMC) - PC come "media center" salotto - kodi_08_ironman_play

Grazie all’uso di FFmpeg per la decodifica, la compatibilità è pressoché totale ed è altamente improbabile che possiate imbattervi in qualche file di buona qualità che il programma non riesca a riprodurre. Questo vale anche per il prossimo futuro, dato che le nuove versioni gestiscono nativamente anche H.265 e VP9.

Aggiungere le serie TV

Ora che abbiamo preso dimestichezza con i film, possiamo ripetere l’operazione aggiungendo anche le serie TV al catalogo di Kodi. La procedura iniziale è del tutto identica a quella svolta poco fa. Quindi: spostare il mouse sulla sezione VIDEO della barra e cliccare File. Dalla schermata successiva, cliccare di nuovo File, poi Aggiungi Video..., poi Esplora. Da qui, sfogliare le cartelle sino a trovare il percorso desiderato e confermare ripetutamente.

Questa volta, subito dopo aver cliccato l’ultimo OK, usate le frecce su/giù in alto a sinistra per indicare al programma che la vostra raccolta contiene (Serie TV). Una volta tornati alla videata principale vi ritroverete sulla barra una nuova sezione denominata SERIE TV: da qui in avanti il funzionamento è del tutto analogo a quanto visto con i film

Guida rapida Kodi (XBMC) - PC come "media center" salotto - kodi_09_serietv_voyager

Ricordate però che il software è un pochino schizzinoso per quanto riguarda l’organizzazione dei file che compongono le serie. Nello specifico: per ottenere risultati ottimali è necessario che le serie siano contenute ognuna in una sotto-directory distinta, ognuna delle quali con tante sotto-cartelle quante sono le stagioni. I nomi dei file, poi, devono contenere una sigla che identifichi a quale stagione appartengono e di quale episodio si tratta all’interno della stagione: sono gestiti solo i formati più comuni, come S01E02, 1x02 e pochi altri.

Foto e musica

Ripetendo la procedura indicata in precedenza anche con le sezioni IMMAGINI e MUSICA aggiungerete anche questo tipo di contenuti al catalogo di Kodi, rendendoli così accessibili tramite le funzioni del programma. Il risultato non è d’impatto tanto quanto quello visto con i video, ma può comunque risultare comodo per riprodurre le foto in famiglia mentre si chiacchiera in soggiorno.

Usare Kodi in salotto: TV e telecomando

La gradevolezza dell’interfaccia non è il motivo principale per cui utilizzare Kodi. Il fatto che sia ottimizzato per l’uso con telecomando su televisore lo è!

Per quanto riguarda il secondo punto, non ci sono grosse complicazioni: scegliete se utilizzare un cavo oppure preferire la trasmissione wireless e potrete visualizzare Kodi su TV proprio come fareste con qualsiasi altro programma.

Parlando di telecomandi, invece, ci sono un’infinità di varianti: da modelli specifici per computer, alla possibilità di adattare un gamepad o di utilizzare il “remote” di alcuni televisori (CEC via HDMI), la soluzione che ho trovato più economica (gratis!) è l’impiego dell’app per Android. Ne ho parlato in “Guida: usare lo smartphone Android come telecomando per il media center “Kodi” (XBMC)“.


Appassionato di Tecnologia si occupa di computer ed internet da più di 30 anni iniziando ad esplorare la rete dagli albori dei collegamenti in Italia. Videogiocatore da sempre, tramite diversi pseudonimi ha gestito blog, forum e siti web tematici e contribuito alla creazione di social network incentrati su videogames e tecnologia in genere. Collabora con alcune testate giornalistiche online su tematiche di sicurezza informatica, sviluppo web e creazione di applicazioni desktop e mobili sia per il gaming che per la gestione aziendale.

Inserisci Commento